Euro e Yen in fuga contro il Dollaro

Euro e Yen in fuga contro il Dollaro

Il dollaro sta perdendo terreno in confronto al nostro Euro ed anche contro lo Yen e tutto a causa del report riguardante i dati di occupazione americana che ha messo in risalto il fatto che la Federal Reserve (FED) potrebbe lasciare i tassi di interesse allo stesso livello per molto tempo.

Il cambio EUR/USD è salito a 1,197 riuscendo ad allontanarsi dal suo minimo degli ultimi sette anni posto a 1,183 fatto segnare la settimana scorsa.

Secondo i dati del Ministero del Lavoro, l’economia americana è riuscita ad aumentare i posti di lavoro di ben 260.000 unità nel mese di dicembre, le previsione avevano fatto una stima di 248.000, il relativo tasso di disoccupazione è sceso al minimo di sei anni con un 6,3%.

I dati sul compenso medio sono scesi dello 0,4% e facendo un rapporto con lo stesso periodo dell’anno scorso il dato è aumentato soltanto del 2%.

Visto il calo del valore medio dei compensi gli investitori si sono visti costretti a bloccare i relativi profitti del dollaro dato che le aspettative per un aumento dei tassi di interesse sono state rimandate a fine 2015.

La nostra moneta resta sotto pressione a causa delle speculazioni sull’idea che la Banca Centrale Europea possa effettuare delle misure di allentamento monetario a breve termine.

Il Governatore della Banca centrale italiana durante una intervista ha dichiarato che sussiste il serio pericolo che tutta la zona euro possa cadere ulteriormente in deflazione e l’unica soluzione per sventare tale pericolo è dato dall’acquisto di Bond Governativi.

La coppia USD/JPY ha toccato il minimo a 119,25 prima di trovare pace a 119,56 e tutto questo mentre i mercati nipponici sono chiusi per festa.

L’indice relativo al Dollaro segue l’andamento della moneta americana facendo segnare 93,56 allontanandosi dal massimo degli ultimi 12 anni a 94,17 della scorsa settimana.

Categories: News

About Author